Riutilizzare le uova di cioccolato: un’idea facile e golosa

Ciao amici golosi!

Bentornati! Avete trascorso una dolce Pasqua? E soprattutto, avete trovato una bella sorpresa nel vostro uovo?

Abbiamo pensato ad un’idea semplice e veloce per riutilizzare tutti i pezzi di cioccolato rimasti dalle uova di Pasqua… o dalle campane, dai conigli, insomma, chi più ne ha più ne metta… di cioccolata!

Innanzitutto, prendete le uova rimaste  e spezzatele con le mani in pezzi molto piccoli… se proprio non resistete, per stavolta vi permettiamo di farne scivolare un paio in bocca, giusto per entrare nel mood ideale per la riuscita della ricetta. Non vi preoccupate se avete uova di cioccolato sia fondente che al latte, uniteli tranquillamente insieme.

Dopo aver spezzettato il cioccolato, pesatelo. Prendete un pentolino e versate la stessa quantità di panna fresca (al netto della tara, naturalmente) e poi appoggiate sul fornello, accendendo un fuoco basso.

Scaldate la panna, mescolando di tanto in tanto: fate molta attenzione a mantenere il fuoco basso e a non raggiungere l’ebollizione: quando vedete che la panna sta per bollire, spegnete immediatamente e spostate subito il pentolino. Cominciate a versare il cioccolato spezzettatoImmagine, mescolando accuratamente per scioglierlo, fino ad ottenere un composto morbido e liscio. Potete eventualmente aiutarvi con un mixer ad immersione, in modo da emulsionare i due ingredienti ed ottenere una texture ancora più omogenea.

Versate il composto ottenuto in una ciotola e ricopritelo con della pellicola trasparente.

ATTENZIONE, è molto importante che la pellicola non sia tesa sui bordi della ciotola, ma al contrario, che sia perfettamente aderente alla superficie della crema. per impedire che a contatto con l’aria si formi una brutta “pellicina”. Aiutatevi quindi con le mani per appoggiare bene la pellicola, e riponete tutto in frigo a raffreddare per almeno dodici ore.

Una volta raffreddata, la crema avrà raggiunto la consistenza ideale per realizzare delle piccole palline che farete rotolare nel cacao in polvere e appoggerete poi su carta da forno.

Potete anche usare la fantasia e guarnire i vostri tartufi con altri ingredienti, scegliendoli ad esempio tra quelli proposti nella linea Decò PasticcerIo: granella di nocciola, pistacchio, mandorle, cocco rapé… se volete usare la granella di nocciola per un effetto rocher, ad esempio, basta sciogliere a bagnomaria in un pentolino un pò di cioccolato al latte che avrete preventivamente tenuto da parte, tuffarvi rapidamente il tartufo, sgocciolandolo leggermente per togliere il cioccolato in eccesso, e rotolarlo sulla granella di nocciola che avrete steso su un piattino. Lasciate raffreddare il tartufo e procedete allo stesso modo con gli altri…senza mangiarne troppi lungo il cammino, se ci riuscite…

Immagine

Nella foto, alcune delle proposte PasticcerIo, selezionate per voi da Carlo Pozza e prestissimo disponibili online nel nostro eshop di imminente apertura! Stay tuned!

Saranno famosi…

image

Ben ritrovati, amici golosi!
Fedeli alla massima di Oscar Wilde che dice che l’unico modo per vincere le tentazioni é cedere, non abbiamo resistito alla tentazione di condividere con voi due piccoli successi che hanno reso davvero speciale questi giorni di fine 2011. E il titolo di questo post, anche se ovviamente e volutamente esagera, la dice lunga… già, perché pian pianino si comincia a parlare di noi in rete, e ne parlano due vere e proprie istituzioni del settore Food & Gourmet! Olte ad essere naturalmente soddisfatti ed orgogliosi di questi traguardi, siamo ancora piú entusiasti e pieni di idee… sarà un 2012 davvero dolce e pieno di scoppiettanti sorprese!

Ma andiamo al sodo… chi, dove e come? Ecco le risposte! Si parla di noi sul sito web della prestigiosissima rivista professionale Dolcesalato, che ci ha dedicato uno spazio sul suo interessantissimo portale, che tra l’altro vi consigliamo caldamente di visitare, perché é davvero interessante e molto ben curato. Da parte nostra un grosso GRAZIE al lm e fantastiche giornaliste della redazione!

E poi, e poi, e poi… dai, che lo sapete già!  Domani alle 11 del mattino Carlo Pozza è tra gli ospiti di Davide Paolini, aka Il Gastronauta! Potete ascoltare il nostro intervento direttamente su Radio24 o in streaming dal sito web del Gastronauta!

A presto e… dolce dolce 2012 a tutti!

Cupcakes con sorpresa!

Ben ritrovati!

Allora, siete sopravvissuti al fatidico “Natale con i tuoi”? Siete pronti per festeggiare la fine del 2011 e l’arrivo del nuovo anno? Noi siamo prontissimi, e pieni di entusiasmo!

Nonostante il progetto PasticcerIo abbia subito qualche rallentamento, dovuto ai numerosi impegni del team, non molliamo, anzi! In cima alla lista dei nostri propositi per il 2012 è infatti dedicare molto più tempo a questo progetto, che è nato quasi per scherzo, ma che ha già attirato l’attenzione di una prestigiosa trasmissione radiofonica nazionale!

Proprio così: sabato 31 dicembre, alle ore 11 su Radio24 Carlo Pozza è ospite in collegamento telefonico della trasmissione “Il Gastronauta” di Davide Paolini! Per ascoltarlo in streaming dal vostro computer cliccate qui.

Vi anticipiamo qui la ricetta che Carlo darà agli ascoltatori della trasmissione: per la cena di San Silvestro, abbiamo pensato ad un’idea trendy ma semplice da realizzare, e di sicuro effetto: Le Cupcakes di San Silvestro!

Deliziose, trendy, eleganti e molto versatili, visto che possono essere preparate in anticipo e decorate con fantasia ed eleganza, queste cupcakes vi faranno fare un figurone!

Ecco ingredienti e procedimento!

CUPCAKES AL CIOCCOLATO
2    uova
g 150     latte
g 50       burro
g 200    farina
g 190    zucchero
g 60    cacao in polvere PasticcerIo
mezza bustina di lievito
g 50 perle croccanti al cioccolato PasticcerIo

Rompete le uova e senza montarle amalgamate il latte con una frusta, versandolo a filo.
Unite poi il burro precedentemente sciolto, quindi lo zucchero.
Setacciate la farina assieme al cacao e al lievito e incorporate al composto, a cui aggiungerete infine le perle di cioccolato.
Versate nei pirottini e cuocete in forno già caldo a C° 180 per circa 15/20 minuti. Nel frattempo realizzate la copertura, che come segno di buon auspicio sarà rigorosamente ROSSA.

GLASSA AL LAMPONE
g 100 albume
g 500 zucchero a velo
un cucchiaino di succo di limone
g 200 polpa di lampone

Montate l’albume con g 100 di zucchero a velo e il limone, fino a che sia ben sostenuto: aquesto punto aggiungete lentamente il rimanente zucchero fino a raggiungere una consistenza bella solida, unite infine la polpa di lampone e se necessario usate un pò di colorante alimentare per accentuare il colore rosso.Ricoprite le cupcakes e disponetele su un’alzata ( o su un piatto).

Per rendere davvero speciali le vostre cupcakes, abbiamo pensato ad un regalo per voi: abbiamo realizzato dei sottobicchieri, che potete scaricare e stampare a colori direttamente qui: ritagliatele (o fatelo fare ai vostri figli) incollatele e usatele come originale sottopiattino per le vostre cupcakes!

Ciascuna contiene, oltre agli auguri, un aforisma ironico per iniziare il nuovo anno con un sorriso! Speriamo davvero che vi piacciano perchè sono il primo di una serie di sorprese che troverete su questo blog a partire dal prossimo anno… un’anticipazione? Vi piacerebbe un kit completo per rendere indimenticabile il compleanno del vostro bambino? seguiteci…vi stupiremo!

Tanti tanti auguri di un dolce 2012… la vita è più dolce se la prendi con IRONIA!

Crostata di pere e cannella… un’altra ricetta PasticcerIo!

Ciao amici golosi!

Sembra proprio che dopo un meraviglioso settembre, sia arrivato l’autunno! Festeggiamolo insieme con una meravigliosa ricetta “rubata” al laboratorio dei bianchi folletti Davenicio… prepariamo una deliziosa crostata con le pere, profumata alla cannella!

Per cominciare, gli ingredienti:
1 confezione di sfoglia PasticcerIo
4 pere williams di media grandezza
100 g di zucchero semolato
1 stecca di cannella
200g panna fresca mescolare con una frusta con
100g (2) uova
5 g caffè solubile (tipo nescafe)

 

Per cominciare, stendete bene la sfoglia utilizzando un mattarello leggermente infarinato. Adagiate la pasta su una tortiera (diametro circa 22 cm): con una forchetta, bucherellate tutta la superficie. Preriscaldate il forno a 200°, mettete la tortiera nel ripiano centrale e lasciate cuocere per 10 minuti, quindi estraete la torta.

Nel frattempo, pelate le pere, lasciatele cuocere per circa 15 minuti in abbondante acqua, assieme allo zucchero ed alla cannella: assicuratevi comunque, con uno stuzzicadenti, che siano ben morbide, prima di spegnere e scolare.

Tagliatele a metà, pulite i semi e adagiatele sulla torta; se sono troppo grosse, fate delle fettine in modo da coprire la maggior parte dell’ impasto in modo omogeneo. Aggiungete circa 100 g. di perle al cioccolato PasticcerIo, che distribuirete su tutta la torta.

Procediamo quindi a preparare la crema: prendete 200 g di panna, rigorosamente fresca e di alta qualità, unite  due uova (tuorli ed albumi, circa 100 grammi) e 5 granni di caffè solubile (mezzo cucchiaino) e mescolate tutto con la frusta PasticcerIo.

Versate il composto ottenuto sulla torta, sopra le pere, e rimettete in forno a cuocere: 180° per circa 30 minuti. Una volta pronto, potete aggiungere un croccante tocco finale con la granella di nocciole PasticcerIo…buon appetito!

I doni del cuore: regala la dolcezza

Siamo già a metà ottobre, e lentamente il Natale si avvicina. Uno dei nostri propositi dall’anno scorso è quello, tassativo, di evitare di ridurci come ogni anno a correre in giro come dei matti nel disperato tentativo di riuscire a comprare tutti i regali tra la folla impazzita che invade i negozi nei giorni prima di Natale… come? capita sempre anche a voi?

Eh, sì, alla fine capita un pò a tutti! Ma per quest’anno, abbiamo pesato ad un’idea speciale, perfetta per tutti noi ritardatari! Sentite, o meglio, leggete un pò di cosa si tratta:

Per la donna manager che ha sospirato di desiderio guardando “Julie&Julia”, per l’amica gourmet che sa apprezzare i sapori autentici della tradizione artigianale, per l’amico gourmet e chef per passione… quest’anno a Natale (ma non solo) sorprendete le persone speciali che vi circondano regalando la dolcezza di PasticcerIo. Tante diverse linee di prodotti, dal cioccolato alle salse di frutta, dalle squisite decorazioni alle creme artigianali preparate con ingredienti freschi e di primissima qualità, fino agli attrezzi del mestiere, rubati direttamente dai cassetti dei più grandi laboratori artigianali ed impossibili da trovare al supermercato.

Potete divertirvi ad esplorare tante diverse proposte, per scegliere e creare personalmente le vostre GIFT BAG, o lasciarvi guidare dall’esperienza di Carlo Pozza, che ha selezionato e preparato personalmente ciascuno dei prodotti e saprà indicarvi ogni volta nuovi ed insoliti abbinamenti che renderanno il vostro dono davvero speciale ed indimenticabile. Tante idee le trovate qui, sul nostro blog,  ma stiamo preparando anche i nuovi, fantastici kit già completi, che contengono tutto il necessario per preparare a casa vostra delle specialità davvero squisite e … bellissime da vedere!!!

Un’idea geniale, no?

Per i golosi… gli eventi da non perdere!

I mesi autunnali sono tradizinalmente ricchi di eventi dedicati al mondo dei dolci: ecco gli appuntamenti da segnare in agenda!

Per chi ama il CIOCCOLATO:  a Novembre, nella splendida cornice di Piazza Maggiore a Bologna, la settima edizione di Cioccoshow, la fiera del cioccolato. Dal 16 al 20 Novembre.

Per chi non sa rinunciare nemmeno in inverno al GELATO: A Longarone, sulle Dolomiti bellunesi, ritorna la tradizionale Mostra Internazionale del Gelato: si svolge dal 27 al 30 novembre, e tutte le informazioni sono disponibili qui.

Il 21, 22 e 23 ottobre, per gli amici di Vicenza, c’è CioccolandoVi: tutta la dolcezza di cioccolatini, praline etc nelle piazze del centro storico di Vicenza.

Infine, il 26 e 27 novembre a Milano si svolgerà la seconda edizione di RePanettone: orari e luogo non sono ancora stati resi noti dal comitato organizzatore, ma vi aggiorneremo al più presto.

Allora, avete scelto qual è l’evento più goloso? Una scelta davvero complessa, no? a presto, amici golosi!

La ricetta dei macarons!

Sono deliziosi, piccoli, eleganti ed incredibilmente chic: questa sera parliamo di…

Questi meravigliosi dolcetti, chiaramente tipici della capitale francese, sono ora di gran moda anche in Italia: si tratta di piccole “conchiglie” fatte di meringa e guarnite con un delizioso ripieno di crema ganache. Spesso sono di vari colori, declinati in vari gusti, dai più tradizionali al cioccolato, caffè, nocciola, limone, fragola, fino ai più insoliti, come mango speziato o rosmarino. Poteva PasticcerIo, autentico paradiso delle dolci tentazioni creative, lasciarsi sfuggire l’occasione di condividere con voi la ricetta per realizzare queste golose specialità?

Naturalmente no! Ecco quindi la ricetta per dei deliziosi macarons al cioccolato, dono di un collega pasticcere a Parigi, un’esclusiva di PasticcerIo per voi! E’ un pò articolata, ma il risultato è garantito!

Ingredienti per il “guscio” di meringa”: (per 25 macarons)
125 g di farina di mandorle
250 g di zucchero a velo
15 g di cacao in polvere
100 g di albume d’uovo
altri 20 g di zucchero a velo

Si raccomanda la massima precisione nel pesare gli ingredienti!

Ecco come fare.

Innanzitutto, setacciate la farina di mandorle, i 250 grammi di zucchero a velo ed il cacao in polvere, poi mettete per un momento da parte e iniziate a montare a neve ferma 50  g di albumi: solo quando la prima metà è ben montata, compatta e morbida, aggingete il resto e continuate a montare, aggiungendo quindi 20 grammi di zucchero a velo. Attenzione, per la buona riuscita è importante che gli albumi utilizzati siano a temperatura ambiente, non troppo fredde né troppo calde. Dopo che avete montato a neve ben ferma tutti gli albumi, aggiungete gradualmente le polveri precedentemente preparate e mescolate lentamente, con grande attenzione e sempre solo dal basso verso l’alto, utilizzando una spatola morbida (come quella di PasticcerIo, nella foto qui a sinistra). In questo modo non correte il rischio di smontare gli albumi e rovinare tutto il lavoro.

Prendete un silpat (foglio di silicone in foto) e adagiatelo sulla teglia del vostro forno. Riempite la sac à poche con il composto (sempre facendo molta attenzione a non smontarlo, raccoglietelo delicatamente con la spatola ed altrettando delicatamente spingetelo verso il fondo della tasca).

Utilizzate una bocchetta tonda liscia, abbatanza larga: dovete infatti creare dei dischi di circa 4 cm di diametro, il più regolari possibile, a breve distanza l’uno dall’altro.  Lasciate ora riposare per due ore a temperatura ambiente: in francese si dice croûter, dalla sottilissima crosticina che si forma sulla superficie dei macaron.

Riscaldate il forno a 200°, selezionando il programma di cottura ventilata, e solo a forno ben caldo inserite la teglia, fate cuocere per i primi due minuti a 200° e poi abbassate immediatamente la temperatura a 160°, alla quale lascerete cuocere per altri 6 o al massimo sette minuti. Estraete subito dal forno e lasciate riposare a temperatura ambiente.

Nel frattempo, potete preparare la ganache per il ripieno: ecco gli ingredienti.
100 g. di panna fresca da montare
200 g di cioccolato fondente PasticcerIo
50 g di burro.

Riscaldate la panna in una casseruola, e versateci dentro il cioccolato: il pratico formato in fave del cioccolato PasticcerIo vi risparmia il fastidioso compito di dover tagliare i blocchi a mano, e rende tutto più facile e veloce. Mescolate per far sciogliere il cioccolato, a fuoco moderato, finchè non ottenete un composto morbido, liscio e lucido, Aggiungete quindi il burro, a piccoli pezzetti, sempre mescolando finchè la ganache non è pronta.

Staccate i mezzi gusci di meringa, utilizzate la spatola morbida per guarnire il lato piatto con la crema ganasche e uniteli a due a due: riponete in freezer per qualche ora. Estraete dal freezer circa mezz’ora prima di consumare… et voilà, les macarons sont fait!

Decorare con la frutta: tartellette con alchechengi.

Ciao Amici!

Poichè siamo proprio nella stagione giusta, oggi parliamo di un piccolo frutto esotico di grande effetto nella decorazione delle vostre dolci creazioni: si tratta dell’alchechengi.

E’ una piccola bacca di un colore che va dal giallo intenso all’arancione, e che è l’unica parte commestibile. Il gusto ricorda un pò quello dei lamponi, ed è molto ricco di vitamina C (perfetta per prevenire i primi mali di stagione!). Inoltre ha elevate proprietà diuretiche ed aiuta a prevenire i calcoli renali. Si usa molto spesso come decorazione, perchè una volta aperte le foglie (si fa molto facilmente con le dita) aggiunge una elegante nota di colore, ai nostri dolci!

Un’idea rapida e veloce per rendere ancora più piacevole un caffè con le amiche?  Potete comprare un cestino di alchechengi (lo trovate in alcuni supermercati ben forniti, a volte al Lidl e al Tosano si trovano) con cui decorare delle piccole tartellette ripiene di una delle deliziose salse PasticcerIo.

Come fare? Semplicissimo, anche perchè ha pensato a tutto PasticcerIo: direttamente dal laboratorio Davenicio, infatti, ci sono le tartellette realizzate in pasta frolla completamente artigianale, pronte da guarnire e decorare. E poi ci sono le salse: Rhum e Caribe, o Mango Speziato, o ancora Agrumi e Cointreau… sapori insoliti e deliziosi! Se invece avete gusti più classici, non mancano le confetture extra di fragole e di lamponi, oppure una salsa allo zabaione indimenticabile.

Per rendere tutto ancora più facile, c’è la speciale tasca professionale da pasticcere di PasticcerIo, scelta personalmente da Carlo Pozza, con un set completo di bocchette di farie forme.

In questo caso, data la consistenza morbida delle salse, basta una bocchetta tonda liscia per riempire le tartellette. Nella confezione ce ne sono più di trenta, quindi potete realizzarne di diversi gusti: appoggiate poi una baccha di alchechengi, dopo averne aperto le foglie come nella foto, e unite alcuni riccioli di cioccolato bianco, o ancora decorare con un pizzico dicocco rapé… sempre firmati PasticcerIo, naturalmente!

Non vi resta che disporre tutto su un vassoio, preparare il té e stupire le vostre amiche!

(pssssst. se vi piacciono queste idee, restate con noi per essere i primi a scoprire i nuovi sorprendenti kit che stiamo preparando per voi!)

Dopo i compiti… merenda!

Sono ricominciate le scuole…la vita dei nostri ragazzi è di nuovo piena di impegni, con i compiti per casa, lo sport e, visto che il tempo ci regala ancora meravigliosi pomeriggi pieni di sole, i giochi al parco con gli amici. Per tutte queste attività ci vuole una merenda piena di energia, come un frutto, un bicchiere di latte ed una fetta di pane con una crema spalmabile buona, ma anche sana… proprio come quella di PasticcerIo!

E’ realizzata artigianalmente, con finissimo cioccolato della migliore selezione e pregiate nocciole piemontesi di prima scelta, non contiene coloranti né conservanti.. cos’altro? Ah, sì… è buonissima anche come guarnizione per una deliziosa crostata!

PasticcerIo Fruit: confetture extradeliziose!

Sapevate che… il termine marmellata deriva dal nome portoghese della pianta di mele cotogne (il marmelo).Anche se comunemente parliamo sempre di marmellata, però, dal punto di vista tecnico con il termine marmellata si possono oggi indicare solo i prodotti a base di agrumi, mentre il termine confettura è utilizzato per tutti gli altri frutti.

La modalità di preparazione delle confetture non è sostanzialmente cambiata nel corso dei secoli: alla frutta lavata e tagliata si aggiunge lo zucchero che ha la funzione di conservante naturale. La pectina, indispensabile per addensare la confettura, è una naturale estrazione dalle bucce degli agrumi o delle mele(ne abbiamo parlato anche in questo post).

Le confetture possono essere gradevolmente abbinate a carni e formaggi. Ad esempio la confettura di mirtilli si accompagna gradevolmente alla cacciagione, la marmellata di arancia si sposa con l’anatra mentre la crema di marroni può essere utilizzata nella preparazione del tacchino ripieno. Confetture asprigne come quella di prugna o mirtilli si accompagnano piacevolmente con tutti i formaggi stagionati mentre la confettura di fichi con i formaggi “erborinati” come gorgonzola, roquefort e stilton. Infine, come dolce leggero e sfizioso, si può abbinare confettura di fragola o lamponi con ricotta fresca: non vi è venuta l’acquolina in bocca?

Per fortuna ci siamo noi… le confetture extra PasticcerIo sono quello che ci vuole: lisce, morbide e vellutate, dalla texture delicata e dalla consistenza ideale per accompagnare e decorare i tuoi dolci con la loro dolcezza ed il colore vivace della frutta vera!